RIUNIONE TRI-REGIONALE LICE TOSCANA-UMBRIA-MARCHE
UPDATE IN EPILETTOLOGIA: LE EPILESSIE GENERALIZZATE IDIOPATICHE E I DISTURBI COGNITIVI IN EPILESSIA

SCOPO DEL CORSO
Il convegno tri-regionale annuale della LICE Toscana-Umbria-Marche si propone quest’anno di affrontare due temi di frequente riscontro in epilessia, sia nel mondo della neurologia dell’adulto sia in quello del bambino: l’uno riguardante le epilessie generalizzate idiopatiche (EGI), l’altro i disturbi cognitivi in epilessia.
L’obiettivo è stimolare il confronto e la discussione tra le figure professionali presenti partendo dalle problematiche gestionali a cui il clinico può trovarsi di fronte con lo scopo di soddisfare le necessità di aggiornamento e possibilmente arrivare alla condivisione di strategie diagnostico-terapeutiche.
I due argomenti trattati possono rappresentare, in termini prognostici, gli estremi di uno spettro, essendo da un lato EGI spesso coincidente con il concetto di “benignità” e dall’altro il disturbo cognitivo, quando presente, uno degli aspetti più invalidanti del paziente e del care-giver e spesso associato a refrattarietà terapeutica delle crisi epilettiche. Nell’esperienza di tutti i giorni, tuttavia, questo spettro può essere sovvertito e/o complicato dalla presenza di altre patologie e lasciare il clinico disorientato e poco confortato da scarse evidenze scientifiche soprattutto sugli aspetti terapeutici.
Il convegno si propone nella prima giornata di approfondire ed affrontare vari aspetti delle EGI. In primis le difficoltà diagnostiche nelle forme che si discostano da quanto classicamente atteso; gli aspetti ezio-patogenetici, talora controversi, con le evidenze che derivano da studi genetici e dalle tecniche di neuroimaging funzionale; la prognosi che più frequentemente di quanto atteso non è classicamente benigna e le relative problematiche terapeutiche soprattutto in alcune sottoclassi di questa popolazione (donne in età fertile, bambini refrattari ai trattamenti di prima linea, pazienti con comorbidità) con uno sguardo ad eventuali approcci non farmacologici.
Nella seconda giornata sarà discussa l’associazione tra disturbi cognitivi ed epilessia. Considerate storicamente conseguenti all’epilessia, alcune alterazioni neuropsicologiche sono spesso rilevate già all’esordio, se non precedenti l’epilessia stessa.
Oltre a sensibilizzare ed aiutare il clinico in un sempre più precoce inquadramento di queste problematiche anche nei domini meno esplorati ma rilevanti come la “social cognition”, il convegno si propone di affrontare i possibili meccanismi etiopatogenetici di questa complessa relazione bidirezionale e l’impatto delle terapie farmacologiche e chirurgiche sui processi cognitivi.
Il convegno prevede la presentazione di casi clinici con video-session e possibilità di discutere in tavola rotonda di alcuni aspetti gestionali e tecnici. Le sessioni saranno articolate in maniera tale da lasciare spazio alla discussione ed al confronto così da incrementare la possibilità di crescita professionale e la condivisione.