Controindicazioni, interazioni, effetti collaterali e sovradosaggio dei farmaci utilizzati in neurologia e complicazioni degli interventi Neurochirurgici

Il Decimo Corso d’aggiornamento tenuto dai Direttori lombardi, è ormai un consueto, annuale ed importante appuntamento delle neuroscienze lombarde e nazionali. Ha come caratteristica assolutamente originale quella di avere come unici docenti la quasi totalità dei Direttori delle Strutture Complesse neurologiche ospedaliere lombarde, di alcuni Direttori universitari, nonché di diversi Direttori neurochirurghi. La multidisciplinarità costituisce certamente una delle caratteristiche più rilevanti del Corso.
La presenza del Presidente SNO (Società Italiana di Neuroscienze Ospedaliere), del Segretario Nazionale, del Presidente della SNO Service e di importanti membri del Direttivo nazionale, conferisce al Corso la caratteristica di essere espressione diretta della più rilevante società nazionale multidisciplinare delle neuroscienze.
La scelta di trattare esclusivamente ed esaustivamente le controindicazioni, le interazioni, gli effetti collaterali, il sovradosaggio dei farmaci usati nelle principali patologie neurologiche, permetterà anche un collettivo aggiornamento sulle modalità di utilizzo dei medicinali più recenti e meno recenti. Si cercherà soprattutto di evidenziare nella ridda crescente delle conseguenze negative dell’uso delle varie molecole, quelle più significative e pericolose. Sarà occasione inoltre per puntualizzare i caratteri più importanti delle nuove molecole introdotte nella pratica neurologica e di quelle che saranno immesse prossimamente nel mercato italiano.
I Colleghi neurochirurgi da parte loro, dopo che sarà illustrata la classificazione recentemente introdotta delle complicazioni degli interventi, relazioneranno sulle più importanti complicazioni che si verificano nel corso degli interventi stessi e sulle più recenti metodiche per farvi fronte.
Il Corso permetterà anche ai Docenti di rendere condivisa la loro ricca esperienza clinica derivante dalla vasta casistica trattata nelle loro Strutture Complesse, allocate nella Regione più densamente abitata del Paese e che si giova di un’organizzazione sanitaria tra le più rilevanti. E’ proprio la proposizione di questa importante esperienza terapeutica, con l’ampia successiva discussione comune, che costituisce una delle caratteristiche più importanti del simposio.
Nonostante la significativa connotazione regionale, l’evento non è rivolto solamente ai neurologi, neurochirurghi e neuroradiologi lombardi, ma anche a quelli di tutto il territorio nazionale, con particolare riguardo agli specialisti più giovani.
Poiché, come si è più volte rimarcato, alla base del Corso vi è l’intendimento di dare molta rilevanza alla multidisciplinarietà nell’ambito delle scienze neurologiche e dunque di considerare e discutere le problematiche terapeutiche delle numerosissime patologie di confine, la partecipazione di docenti neurochirurghi renderà più completa e più rilevante la trattazione.
Il Simposio non sarà tuttavia diretto esclusivamente ai Neurologi, ai Neurochirurghi, ed ai Neuroradiologi, ma anche, tra gli altri, ai Neuropsichiatri Infantili, Fisiatri e Geriatri. Si permetterà l’iscrizione inoltre ai di medici di medicina generale dato che le interazioni dei farmaci utilizzati in neurologia con i medicinali di uso generale, costituiscono una rilevantissima problematica nell’ambito della loro pratica medica quotidiana.
Verrà infine accettato un limitato numero di infermieri professionali e di tecnici che operano nei reparti di neuroscienze, per mantenere viva la rilevante tradizione del Corso di migliorare al massimo le conoscenze scientifiche del personale che affianca i medici nel loro quotidiano lavoro nelle Strutture Complesse di Neurologia, Neurochirurgia e Neuroradiologia.

Il Direttore del Corso
Dott. Antonio Colombo