Il Congresso nasce con l’intenzione d’incrementare l’attenzione generale verso una delle tematiche più attuali e in evoluzione della Psichiatria: il Disturbo dello Spettro Autistico nella Età Adulta. La vulnerabilità si differenzia consistentemente nelle varie condizioni cliniche comprese nello spettro, si complica nelle varie transizioni della vita, coinvolge marcatamente la famiglia d’appartenenza, in particolare i genitori ed i fratelli, e impone un approccio multidisciplinare, che comprenda i servizi sociali, educativi e occupazionali. La sfida lanciata agli operatori del settore è quella di attuare una presa in carico specialistica e competente di persone che fino ad oggi sono state misconosciute nei loro bisogni da parte dei Servizi per Adulti, soprattutto rispetto alla compresenza di altri disturbi psichiatrici. . Con l’ausilio di key note speaker di livello internazionale e dei maggiori esperti nazionali  verranno affrontati tutti gli aspetti cruciali di questa complessità gestionale, dalla valutazione e dal trattamento dei comportamenti problema al loro valore di equivalenti di sintomi psichiatrici, dalle peculiarità patoplastiche alle difficoltà d’accesso e d’organizzazione dei servizi di salute mentale, dalle carenze formative per l’alta specializzazione alle ristrettezze degli interventi farmacologici specifici, , dalle criticità dell’occupazione lavorativa a quelle della residenzialità, dalle problematiche forensi alle acquisizioni più recenti sulla qualità di vita e sulle altre misure di esito centrate-sulla-persona.

I contributi congressuali convergeranno nell’intento di favorire la produzione di linee-guida e programmi di formazione permanenti per la realizzazione di nuovi sistemi integrati di valutazione, di cura e d’assistenza per la persona adulta.