Obiettivo del Convegno è quello di valorizzare e rendere attiva la reale integrazione dell’Ospedale, inteso come singolo stabilimento, con il Territorio.
I servizi erogati nell’ambito di ciascun Ospedale dovranno essere considerati parte di un sistema più complesso, basato sulla gestione di percorsi clinico-assistenziali nei quali la singola struttura operativa è il nodo di una rete che aronta specifici problemi di salute.
L’ Organizzazione Mondiale della Sanità indica nella depressione la seconda causa di burden nel prossimo ventennio, per la salute delle popolazioni. Rappresenta, quindi, un’emergenza in termini di salute pubblica, che sino ad oggi i sistemi di salute mentale dei Paesi, sia ad alto che a basso reddito, hanno trascurato. Odiernamente i disturbi depressivi maggiori in Italia interessano ogni anno circa il 3% della popolazione generale, mentre il treatment gap, ovvero la percentuale di soggetti che aetta da un disturbo depressivo non ottiene un trattamento né nei servizi di salute mentale né nella medicina di base, è molto elevata. Per arontare questo problema è necessario sviluppare nuove forme di integrazione tra medicina di base e servizi di salute mentale e migliorare l’adeguatezza dei trattamenti.
Il tema del convegno è l’integrazione tra servizi di salute mentale e medicina di base ma anche le sinergie dei saperi e delle professionalità che insistono nell’area professionale della salute mentale ( medici, psicologici e sociali ) obiettivo fondamentale nelle pratiche dei servizi di salute mentale territoriali, con particolare riferimento al modello di integrazione fino da oggi dimostratosi più ecace, la “collaborative care”.
Verrà arontato inoltre il problema del riconoscimento e del trattamento della depressione nell’adolescenza e della continuità tra adolescenza ed età adulta. Saranno discusse le evidenze disponibili sui trattamenti sia farmacologici che psicosociali nella depressione (psicoterapia, trattamento psicoeducativo e farmaci antidepressivi).
Saranno infine presentate le nuove tecnologie disponibili per la gestione della Depressione in un’ottica di collaborazione tra specialisti e Medici di Medicina Generale.