Negli ultimi anni per la malattia di Parkinson si è assistito ad un miglioramento e ottimizzazione delle risorse terapeutiche. Oltre le terapie farmacologiche consolidate, vi sono una serie di risorse di secondo livello che richiedono competenze avanzate e una stretta collaborazione con altri specialisti e operatori di altri settori. Tutto ciò è particolarmente importante per la fase complicata della malattia di Parkinson che è il momento in cui la sintomatologia parkinsoniana non è più trattabile con i farmaci per via orale. Questo Convegno ha l’obiettivo da una parte, di fare il punto della situazione su questi aspetti clinici alla luce dei nuovi studi e dall’altra, di essere una sorta di luogo d’incontro di neurologi, gastroenterologi e personale infermieristico che con dedizione operano a stretto contatto col paziente al fine di migliorare tutti gli aspetti per il miglior trattamento possibile.

Con il contributo incondizionato di